Studio CNR: una mela al giorno aiuta a prevenire il tumore al colon

Mangiare almeno una mela al giorno, come recita il famoso detto, può avere effetti estremamente vantaggiosi sulla salute. Che la mela sia un concentrato di antiossidanti utili all’organismo è risaputo, ma pare che questo frutto abbia proprietà talmente benefiche da rappresentare un aiuto naturale per la prevenzione di alcune forme tumorali, tra cui il tumore al colon-retto.

A sostenerlo uno studio realizzato da un gruppo di ricerca coordinato dall’Istituto di Scienze dell’Alimentazione del Consiglio nazionale delle ricerche (Isa-CNR) in collaborazione con il Dipartimento di Chimica e Biologia dell’Università di Salerno, i cui ricercatori sembrano aver individuato nel succo delle mele importanti proprietà antitumorali.

Tumore al colon: proprietà antitumorali del succo di mela

Pare che i polifenoli presenti nelle mele siano in grado di offrire protezione nei confronti del tumore al colon. Sarebbero proprio questi ultimi ad impedire alle cellule del cancro al colon di duplicarsi e permettere la crescita della massa tumorale.

Lo studio, come ha spiegato il principale autore della ricerca Angelo Facchiano, ha permesso di analizzare su quali proteine delle cellule malate siano in grado di intervenire le molecole antiossidanti contenute nelle mele.

Le analisi condotte dall’Istituto di scienze dell’alimentazione del CNR e pubblicate sulla rivista Scientific Reports si sono focalizzate su tre tipi di mela – Red Delicious, Golden Delicious ed Annurca, già utilizzata dai romani per alleviare i dolori allo stomaco per rilevare, identificare, valutare e quantificare i principali composti antiossidanti, chiamati polifenoli, in esse contenuti.

L’ipotesi, su cui occorrerà effettuare ulteriori ricerche, è che molti composti presenti nelle mele abbiano proprietà antitumorali dall’effetto preventivo, andando ad agire sui medesimi meccanismi che vengono colpiti dai farmaci.

Studi recenti hanno evidenziato, inoltre, che il consumo giornaliero di mele consente di limitare le prescrizioni di farmaci, permette di avere una vita sessuale migliore, specialmente per le donne, diminuire il colesterolo cattivo ed aumentare, al contempo, quello buono.

Loading...