Sedano: valori nutrizionali, proprietà e benefici per la nostra salute

sedano

Il sedano (nome scientifico Apium Graveolens) è un ortaggio appartenente alla famiglia delle Ombrellifere, coltivato nella nostra penisola e spesso presente sulle nostre tavole. La pianta è formata da foglie dentellate e dai loro piccioli, lunghi e carnosi. Questi ultimi sono la parte commestibile del sedano, ma se si possono utilizzare anche i semi, le radici e i frutti. Non sono molto conosciute le sue proprietà, che invece sono davvero tante e varie.

Valori nutrizionali del sedano

Vediamo quali sono innanzitutto i valori nutrizionali del sedano (100 gr.):

  • calorie: 16 Kcal
  • carboidrati: 3 gr
  • grassi: 0,2 gr (di cui grassi saturi: 0,04 gr)
  • fibre: 1,6 gr
  • zucchero: 1,8 gr
  • proteine: 0,7 gr
Il sedano è composto per la maggior parte di acqua (quasi il 90%), ma contiene anche tantissimi elementi nutrizionali essenziali per il nostro organismo. È infatti un’ottima fonte di minerali quali sodio, potassio, fosforo, calcio, magnesio, zinco, fluoro, rame, selenio, manganese e ferro. Per quanto riguarda le vitamine, invece, il sedano è ricco di vitamina A, B1, B2, B3, B5, B6, C, D, E, J e K.

Proprietà e benefici del sedano

Ma quali sono, nella quotidianità, i benefici che il sedano può apportare al nostro organismo? Vediamo le sue proprietà in dettaglio.

  • Stimola la diuresi e contrasta la ritenzione idrica

Il grande quantitativo di acqua del sedano lo rende un noto diuretico. Non tutti sanno invece che anche i semi di questo ortaggio hanno una proprietà simile: non solo favoriscono la diuresi, ma aiutano ad espellere l’acido urico in eccesso. Inoltre svolgono un’azione vasodilatatoria dei vasi sanguigni presenti nei reni. Possono così prevenire alcune patologie relative all’apparato renale e risolvere problemi quali la cistite e i calcoli renali.

  • Aiuta la digestione e combatte il meteorismo

Il sedano è molto ricco di fibre, che favoriscono la digestione e aumentano la motilità intestinale, combattendo la stitichezza. La sedanina, che è una sostanza aromatica stimolante, potenzia questo effetto positivo nei confronti dell’apparato digestivo. I frutti e le foglie di questo ortaggio hanno inoltre un notevole potere carminativo, contribuendo all’espulsione dei gas intestinali.

  • Combatte la gastrite e il reflusso acido

Portare il sedano sulle nostre tavole può addirittura prevenire un problema sicuramente molto fastidioso: la gastrite. Il suo contenuto in flavonoidi infatti inibisce la formazione di batteri responsabili dell’infiammazione delle pareti dello stomaco, che provoca la gastrite. Inoltre, la sua bassa acidità lo rende un alimento consigliato per tutti coloro che soffrono di reflusso e di bruciore di stomaco. Aiuta infatti a diminuire la produzione di succhi gastrici acidi e a proteggere la mucosa gastrica.

  • Riduce il colesterolo e i trigliceridi

Consumare con frequenza il sedano è consigliato per chi ha problemi con il colesterolo e i trigliceridi alti. Le fibre ed altre sostanze presenti in questo ortaggio infatti riducono i livelli di colesterolo cattivo nel sangue. In questo modo si può prevenire la formazione di placche nelle arterie, contribuendo a mantenere in ottima salute il cuore e l’intero apparato cardiovascolare.

  • Aiuta a perdere peso

Se vuoi dimagrire, il sedano è uno di quegli alimenti che non deve mai mancare nella tua dieta. Con un bassissimo apporto calorico, il tuo organismo fa il pieno di fibre che non solo favoriscono la digestione, ma procurano un senso di sazietà che ti aiuterà a mangiare meno.

  • Abbassa la pressione arteriosa

Anche questo è un grandissimo beneficio che questo ortaggio è in grado di apportare al nostro organismo. Ad esserne i fautori sono gli ftalidi, che controllano gli ormoni su cui si basa la regolazione della pressione del sangue. Inoltre il potassio ed altri elementi contenuti nel sedano rilassano le pareti dei vasi sanguigni, aumentando l’afflusso di sangue. Questo ortaggio è dunque consigliato per chi soffre di ipertensione.

  • Contrasta i radicali liberi

Le cumarine, composti antiossidanti presenti in questo ortaggio, sono in grado di contrastare i radicali liberi e tutti i loro effetti nocivi. Utilissimo quindi per prevenire le malattie cardiovascolari. Inoltre contiene anche la luteolina, un antiossidante che svolge un’azione protettiva per il cervello.

Loading...