Rumore ambientale: i danni dell’inquinamento acustico

I danni derivanti da un’eccessiva esposizione a suoni e rumori di intensità elevata possono essere tanti e non riguardano solo la salute fisica, ma anche il nostro equilibrio mentale. Il rumore in eccesso altera le prestazioni cognitive, compromette la qualità del sonno e può generare disturbi al sistema cardiovascolare.

Come l’ossigeno, l’acqua e la luce, il silenzio è un bene essenziale, ma viene sprecato ogni giorno in un turbine di rumori che accompagnano le nostre giornate e che difficilmente possiamo riuscire ad estinguere. Si tratta di una mistura di suoni e rumore spesso inevitabili, ma che, talvolta, sono frutto di cattive abitudini.

Il rumore tende a soffocare la nostra intimità ed i nostri pensieri. Assordati e frastornati, perdiamo lucidità e serenità. Il silenzio, al contrario, ci permette di rilassarci, elevando al contempo i nostri pensieri e donandoci attimi di sintonia con il mondo.

Loading...

Inquinamento acustico: rischi per la salute derivanti dal rumore

L’esposizione a suoni e rumori, sia essa costante o per brevi periodi, non solo rischia di generare disturbi al sistema uditivo, ma, secondo alcuni recenti studi scientifici in merito, ha altresì un impatto negativo sulla salute, causando alterazioni delle funzioni fisiologiche dell’organismo, come l’aumento della pressione sanguigna, dell’attività cardiaca e dei lipidi nel sangue.

Ogni 10 decibel di incremento del rumore cronico, il rischio cardiovascolare aumenta tra il 7% ed il 17%. Il rumore come agente stressante può accrescere il rischio cardiovascolare e portare ad eventi acuti come infarti ed ictus.

Disturbi del sonno

Gli effetti del rumore ambientale si manifestano anche di notte, senza che ce ne rendiamo pienamente conto.

Mentre dormiamo, il sistema uditivo resta vigile e l’organismo è, pertanto, in grado di reagire ai fattori esterni. L’esposizione a suoni e rumori di sottofondo durante la notte può scatenare una serie di reazioni a livello fisico, come aumento della pressione sanguigna e tachicardia ed indurre la veglia e movimenti inconsulti del corpo, fattori, questi, che vanno inesorabilmente ad interferire con la qualità del sonno.

Funzioni cognitive

Gli effetti dell’inquinamento acustico si manifestano anche sulle funzioni cognitive. Molti studi hanno dimostrato come i soggetti che risiedono, lavorano o prestano servizio nei pressi di aeroporti, stazioni, autostrade ed altre fonti di inquinamento abbiano peggiori performance cognitive. Il rumore ha, pertanto, effetti negativi anche sull’apprendimento.

Loading...