Come ridurre il rischio di ictus cerebrale

La prevenzione è il modo migliore per combattere le malattie. Le nuove linee guida dell’American Stroke Association (ASA) e dell’American Heart Association (AHA) pongono l’accento sui cibi e sulle sane abitudini che contribuiscono a ridurre sensibilmente il rischio di ictus cerebrale. Per ictus si intende l’esordio improvviso di un deficit neurologico, che si manifesta con la difficoltà a parlare ed a vedere una parte del campo visivo, debolezza, vertigini e disturbo della sensibilità di una metà o di una parte del corpo.

Circa l’85% degli ictus o stroke ischemici sono dovuti all’occlusione di un vaso cerebrale da parte di un embolo o dal danno prodotto dall’elevata pressione arteriosa o dal diabete sui piccoli vasi cerebrali.

Seguire dunque una dieta sana, equilibrata e corretta, come quella mediterranea o la dieta DASH, da integrare con frutta secca, fare attività fisica con regolarità e mantenere la pressione sanguigna sotto controllo sono fattori in grado di ridurre in modo significativo il rischio di avere un ictus.

Si consiglia, innanzitutto, di monitorare regolarmente la pressione con un dispositivo a bracciale, acquistabile in farmacia ed estremamente facile da usare.

ictus cerebrale

Si raccomanda di sottoporsi almeno una volta all’anno a visite mediche per la valutazione della pressione arteriosa. Qualora vi vengano prescritti farmaci per abbassare la pressione sanguigna e vi accorgiate che non sortiscono l’effetto sperato o presentano effetti collaterali negativi, rivolgetevi al medico per trovare una combinazione di farmaci che sia realmente efficace per voi.

Prevenzione ictus cerebrale con l’alimentazione

Per prevenire il rischio di ictus, seguite una dieta in stile mediterraneo o DASH (Dietary Approaches to Stop Hypertension), ricca di frutta fresca, verdura, legumi, cereali integrali, noci, pesce e carni bianche, limitando l’apporto calorico. Sia la dieta mediterranea che la dieta DASH limitano l’assunzione di carne rossa ed alimenti che contengono grassi di origine animale, come, ad esempio, burri, strutto, formaggi ed i prodotti lattiero-caseari ricchi di grassi saturi.

Preferite la carne bianca a quella rossa per tenere sotto controllo la concentrazione di colesterolo e prevenire la formazione di placche aterosclerotiche lungo le arterie. Si raccomanda, inoltre, di ridurre la quantità di sodio nella propria dieta.

L’assunzione di pillole anticoncezionali per via orale ed il fumo, anche passivo, possono aumentare significativamente il rischio di ictus. Per i soggetti di sesso femminile che sperimentano attacchi di emicrania con aura, il fumo di sigaretta aumenta il rischio di ictus cerebrale ancor più che nella popolazione generale.

Loading...