Dieta Lemme: come perdere fino a 10 kg in un mese

Basata sul consumo esclusivo di carboidrati e proteine, escludendo frutta, verdura, zucchero e sale, la dieta Lemme è in grado di portare a perdere fino a 10 chili in un mese.

Messa a punto da Alberico Lemme, farmacista di Desio, in provincia di Monza e Brianza, questa filosofia alimentare prevede una prima fase in cui si perde peso corporeo fino ad arrivare al peso ideale ed una seconda fase di mantenimento, della durata di circa tre mesi, che permetterebbe di nutrirsi regolarmente, senza però riprendere peso.

Si tiene conto dell’indice glicemico degli alimenti, senza dover necessariamente calcolare le calorie, e, per il consumo dei pasti, ci si deve attenere rigorosamente ad orari precisi.

La prima colazione deve essere consumata tassativamente entro e non oltre le ore 9:30, il pranzo tra le ore 12:00 e le ore 14:00 e la cena tra le 19:00 e le 21:00. È ammesso fare uno spuntino a base di tè e spicchi di limone tra le ore 10:00 e le ore 11:00, ed al pomeriggio tra le ore 16:00 e le ore 17:00.

Dieta Lemme: alimenti ammessi ed esclusi

La dieta Lemme prevede l’eliminazione totale di zucchero, dolci, sale, latte e derivati, pane, aceto e dolcificanti.

La giornata tipo prevede pasta colazione e carne o pesce a pranzo ed a cena, da consumare senza alcuna restrizione. Per condire le pietanze, sono ammessi olio extra vergine di oliva, peperoncino, pepe, prezzemolo, aglio, limone, salvia, rosmarino, basilico, timo e cipolla. Non ci sono particolari restrizioni per quanto riguarda le modalità di cottura.

La dieta Lemme privilegia proteine e grassi, bandendo quasi del tutto frutta e verdura. I carboidrati vengono assunti al mattino, con la pasta, in modo che vengano smaltiti durante la giornata. A pranzo ed a cena, invece, via libera alle proteine di pesce e carne, da assumere in quantità illimitate, senza alcuna restrizione.

Per la prima colazione, potete preparare spaghetti con tonno e limone, pasta con olio e peperoncino o pennette ai carciofi, senza sale, da non mettere nemmeno nell’acqua di cottura della pasta.

Loading...