Carezze: ecco perché fanno bene

carezze

Sapevate che le carezze hanno un potere terapeutico? Ebbene sì, nelle mani abbiamo tutti un potere immenso. Accarezzare qualcuno è esprimersi come con un linguaggio. Scopriamo di più!

Alcuni studi messi in evidenza dall’American Journal of Psychiatry hanno dimostrato come quei semplici gesti che quasi quotidianamente facciamo, le carezze, abbiano un vero e proprio potere terapeutico. Sono gesti colmi di significato, delle espressioni che curano e fanno stare meglio le persone. Le carezze, così come anche gli abbracci, favoriscono il rilascio da parte del nostro cervello dell’ossitocina, l’ormone che rilassa il corpo e, di conseguenza, che combatte la depressione e la tristezza.

Le carezze sono degli stimoli positivi, sono un incoraggiamento, ci fanno capire che c’è dietro un “prendersi cura”. Fin da piccolissimi, questi stimoli sono molto importanti. Prendere in braccio i bambini, fin da neonati, e dare luogo così a un contatto fisico influisce in maniera incisiva sul loro sviluppo emotivo e sociale.

Una carezza ricevuta da piccoli, le coccole di mamma e papà (soprattutto di mamma per una questione fisiologica) non sono solamente gesti d’affetto; sono anche simboli di cura e attenzione, che fanno crescere i singoli con una maggiore fiducia in se stessi.

Loading...

Il contatto umano, che sia una semplice carezza o un abbraccio, ha un effetto calmante in grado di alleviare lo stress. Le persone che non hanno nessun tipo di contatto fisico umano sono solitamente soggette a isolamento, tristezza cronica, difficoltà nelle relazioni interpersonali e soprattutto affettive, elementi che portano spesso alla depressione. In poche parole ogni individuo diventa quello che è proprio grazie al contatto, all’affetto dato e ricevuto. Questi semplici gesti sono in grado di formare il carattere di una persona e determinare come questa sarà in futuro con gli altri.

Abbracciate di più, accarezzate di più e, se non avete tante persone con cui sperimentare queste terapia, lasciatevi conquistare dai cartelli “Free hugs” in piazza!

Loading...