Artemisia, un calmante naturale: studi sugli effetti anti cancro

L’artemisia o artemisia annua è una pianta erbacea che appartiene alla famiglia delle Asteraceae. Essa è  originaria della Cina, ma è da tempo diffusa in Italia e in Europa. Questa pianta ha attirato l’ attenzione degli scienziati negli ultimi anni.

Secondo la leggenda il nome artemisia, potrebbe derivare dalla Dea Artemide oppure alla regina Artemisia, prime a scoprirne le proprietà terapeutiche e le rese note.

Proprietà dell’artemisia:

Il principio attivo contenuto si chiama artemisinina. Nella medicina tradizionale cinese, l’artemisia è considerata un rimedio contro la febbre e di problemi gastrointestinali. Spesso può essere utilizzata come espettorante o calmante quando siamo sotto pressione. L’artemisia inoltre ha proprietà aperitive e digestive.

rtemisiaAlcuni farmaci creati per combattere la malaria, partono dall’artemisia sono stati realizzati dei farmaci per combattere la malaria. Inoltre si stanno effettuando studi su eventuali proprietà anticancro, ma di questo parleremo successivamente. Esistono diverse varietà di artemisia, alcune nel nostro paese, sono considerate come piante infestanti, ma pare che le proprietà restino invariate.

Spesso è utilizzata come tintura madre, cioè un estratto idroalcolico, utile come rimedio naturale in caso di amenorrea, irregolarità mestruali, verminosi intestinale e inappetenza. Si sconsiglia l’assunzione in gravidanza e soprattutto di assumerla in piccole dosi, perché in alte dosi è tossica.

Gli studi sugli effetti anti cancro

L’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano ha confermato che l’artemisinina,  in esperimenti in vitro risulterebbe tossico sulle cellule tumorali. I farmaci che sono stati utilizzati sono quelli pensati per il trattamento della malaria. L’istituto stà studiando anche gli effetti della diidroartemisinina, altro principio attivo dell’artemisia, in abito antitumorale.

Si tratta semplicemente di studi preliminari, per cui non abbandonate le cure tradizionali. Questi studi dovranno essere approfonditi con ulteriori ricerche. L’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano considera l’artemisinina una molecola promettente per la cura di alcuni tipi di tumori ma afferma che “non esistono studi clinici che possano darci informazioni di quello che l’Artemisia Annua e i suoi derivati producono nell’uomo, sia come tossicità sia come efficacia antineoplastica. […] Non sappiamo quale sia la vera percentuale del principio attivo presente nelle differenti formulazioni di Artemisia Annua disponibili online o nelle erboristerie. Non esistono studi clinici validi che dimostrino l’efficacia e la sicurezza di questi preparati nell’essere umano”.

Loading...