Vescica iperattiva: cause, sintomi e rimedi naturali per questo fastidioso problema

vescica iperattiva

Ti capita di dover fare pipì più frequentemente del solito, e a volte addirittura di non riuscire a trattenerti e di avere piccole perdite? Potresti soffrire di quella che viene chiamata, in ambito medico, sindrome della vescica iperattiva. A quanto pare, si tratta di un disturbo molto comune, di cui soffrono circa 50 milioni di persone in tutto il mondo. Le più colpite sono le donne, circa il 60% del totale. In realtà, coloro che manifestano questo problema potrebbero essere molti di più, poiché si tratta di un disturbo spesso nascosto a causa dell’imbarazzo.

Come funziona la vescica?

vescicaLa vescica funziona grazie ad un complesso meccanismo neurologico, muscolare e psicologico, basato su stimoli in parte volontari ed in parte spontanei. Il muscolo detrusore, alla base del funzionamento della vescica, è quello che, dietro stimolo della rete nervosa che lo collega al cervello, permette lo svuotamento dell’urina. Quando qualcosa altera questo delicato meccanismo, il muscolo detrusore si contrae involontariamente e con una frequenza maggiore, provocando i sintomi della vescica iperattiva.

Cause della vescica iperattiva

Sono davvero moltissime le cause che potrebbero condurre a soffrire di questa sindrome: alcune sono solo passeggere, altre invece richiedono un intervento medico. Vediamo quali sono le cause principali.

  • Stress: come in tantissime altre patologie, lo stress gioca un ruolo importantissimo. Il controllo della minzione è in gran parte anche a livello psicologico, quindi alcune condizioni di ansia possono provocare questo genere di problemi.
  • Età: le persone anziane possono soffrire più facilmente di questo disturbo, dal momento che i muscoli che permettono l’atto dell’urinare si indeboliscono.
  • Fumo, alcool e caffè: non è ancora chiaro il meccanismo, ma secondo alcuni studi coloro che fumano e consumano grandi quantità di alcool e caffeina sono più soggetti a problemi alla vescica.
  • Sovrappeso: un peso eccessivo va ad aumentare la pressione intra-addominale, cosa che può portare ad un’indebolimento dei muscoli sfinterici dell’uretra.
  • Assunzione di farmaci: ci sono medicinali, quali ad esempio i diuretici, che aumentano la produzione di urina e possono favorire l’insorgere della vescica iperattiva.
  • Gravidanza e parto: i nove mesi di attesa rappresentano un momento molto delicato per ogni donna. La gravidanza e il parto provocano un’indebolimento della muscolatura del pavimento pelvico, aprendo la strada a problemi di natura vescicale.
  • Menopausa: la carenza di estrogeni che insorge dopo la menopausa è una causa molto frequente di vescica iperattiva nelle donne.
  • Anomalie della vescica: problemi quali tumori, calcoli vescicali e prostata ingrossata conducono spesso a soffrire di questa sindrome.
  • Disturbi neurologici: malattie quali morbo di Parkinson, sclerosi multipla e ictus, danneggiando il sistema nervoso centrale, possono inficiare anche sul corretto funzionamento della vescica.
  • Malattie che aumentano la produzione di urina: il diabete e l’insufficienza renale conducono molto spesso a soffrire di problemi vescicali.

Sintomi della vescica iperattiva

Ora che abbiamo analizzato le varie cause di questa patologia, scopriamo quali sono i principali sintomi.vescica iperattiva

  • Urgenza ad urinare: bisogno improvviso e fortissimo di urinare, a volte sorto spontaneamente, a volte provocato da sforzi quali anche un semplice colpo di tosse.
  • Incontinenza: perdita involontaria di urina a seguito dell’improvviso ed impellente stimolo di urinare.
  • Aumento della frequenza della minzione: necessità di svuotare la vescica più di 8 volte nel corso delle 24 ore.
  • Nicturia: frequente bisogno di urinare durante il sonno, almeno due volte per notte, disturbando il riposo notturno.

Se pensi di soffrire di vescica iperattiva, rivolgiti quanto prima al tuo medico di fiducia per scoprire se vi sono delle patologie alla base del problema.

Vescica iperattiva, cure e rimedi naturali

Se il disturbo si presenta in maniera sporadica e non nasconde un problema più grave, è possibile provare a trattarlo con alcuni semplici rimedi naturali e con l’applicazione di qualche trucchetto.

1- Cambiamenti nello stile di vita

Come prima cosa, è necessario perdere peso se si soffre di obesità, in modo da diminuire la pressione sulla vescica. Controllare la dieta diventa ovviamente di fondamentale importanza, ma quali sono gli alimenti vietati e quelli consigliati? Sono da eliminare, o quantomeno limitare fortemente, la caffeina, la teina e gli alcolici, i cibi piccanti (come le spezie), quelli acidi (ad esempio gli agrumi) e quelli che contengono dolcificanti artificiali. Sono invece ottimi tutti gli alimenti ricchi di fibra (cereali, legumi, verdura) perché mettono al riparo dalla stitichezza, che contribuisce notevolmente a peggiorare i problemi vescicali. Inoltre è importante smettere di fumare.

2- Esercizi per la vescica

Sono molto conosciuti gli esercizi di Kegel, spesso consigliati alle donne in gravidanza e alle neo mamme. Consistono nel contrarre volontariamente i muscoli del pavimento pelvico e rilasciarli subito dopo, per diverse volte al giorno. In questo modo si rafforzano i muscoli che permettono il controllo della minzione. Un altro esercizio molto utile consiste nell’allungare i tempi di attesa tra l’insorgere del bisogno di urinare e l’atto stesso della minzione. Si può partire da qualche minuto, sino ad arrivare a trattenersi per qualche ora.

3- Magnesio

Un’importante carenza di magnesio è correlata a contrazioni e spasmi involontari della muscolatura, compresa quella della vescica. Ecco perché è importante introdurre la giusta quantità di questo minerale nel nostro organismo. La dose consigliata varia dai 200 ai 600 mg al giorno, chiedi consiglio al tuo medico o al tuo farmacista di fiducia.

uva ursina4- Uva ursina

Da sempre utilizzata per il trattamento di tutti i tipi di disturbi vescicali, l’uva ursina contiene arbutina, flavonoidi e triterpeni, sostanze dall’enorme potere antibatterico e disinfettante.

5- Semi di zucca

Il loro contenuto di cucurbitina e fitosterine aiuta ad aumentare la tonicità del pavimento pelvico. Si possono assumere sotto forma di infuso, mettendo alcuni semi di zucca schiacciati in infusione in acqua bollente per almeno un’ora.

6- Vitamina C

Altro elemento fondamentale della nostra dieta è la vitamina C. In questo specifico caso, contribuisce a combattere lo stress ossidativo, una delle cause di irritazione dei nervi che permettono il funzionamento della vescica.

Facebook Comments
Loading...