Trattenere l’urina fa male: ecco perché

Trattenere la l'urina

Trattenere l’urina è un’abitudine scorretta e dannosa per il nostro organismo. Scopriamo insieme perché

Il nostro organismo elimina tutte le sostanze di cui non ha bisogno con l’urina e le feci. Si tratta di un processo naturale di “scarico”, indispensabile per la salute del corpo. Tuttavia, per svariati motivi, tante persone hanno l’errata abitudine di trattenere l’urina, inconsapevoli del fatto che questa cosa possa portare a gravi conseguenze.

Trattenere la l’urina può dar luogo a infezioni delle vie urinarie, ovvero delle infezioni batteriche che a lungo andare danneggiano il tratto urinario. Quando si trattiene l’urina, i germi contenuti in essa rimangono per troppo tempo all’interno della vescica causando così delle infezioni. La cosa non è assolutamente da sottovalutare, in quanto con il passare del tempo queste continue infezioni possono estendersi e raggiungere i reni, scatenando gravi conseguenze.

I soggetti che soffrono di calcoli renali, ad esempio, non possono assolutamente ignorare lo stimolo di urinare; qualora avessero l’abitudine di trattenere l’urina, potrebbero andare incontro a qualcosa di ben più grave degli stessi calcoli.
I calcoli renali sono delle piccole pietroline che si formano nei reni a causa dell’accumulo di sodio e calcio; se non si espelle l’urina regolarmente, e quindi come il nostro organismo richiede, queste pietroline dovranno essere espulse tramite il tratto urinario e questo provocherà un dolore insopportabile.

Trattenere la l’urina e le infiammazioni delle vie urinarie, cistiti.

Un’altra spiacevole conseguenza del trattenere l’urina è la cistite, un’infiammazione delle vie urinarie molto comune soprattutto nei soggetti femminili. Si tratta di un’infiammazione che colpisce le pareti della vescica e i suoi sintomi principali sono dolore pelvico e bruciore e dolore durante la minzione. La cistite provoca uno stimolo continuo di urinare, ma le quantità di urina espulse sono minime e il bruciore durante la minzione è davvero fastidioso. Per combattere la cistite ci si avvale, solitamente, di antinfiammatorio e antibatterico.

Gli effetti negativi del trattenere l’urina sono molteplici: dolore intenso e costante durante l’espulsione dell’urina, febbre, brividi, mal di stomaco, crampi, ansia, difficoltà a focalizzare l’attenzione su altro che non sia lo stimolo di andare in bagno.

Facebook Comments
Loading...