Raffreddore: ecco una serie di rimedi naturali per combatterlo

raffreddore rimedi naturali

Il raffreddore è un male di stagione, specialmente in inverno, e non è grave come l’influenza ma comunque rappresenta qualcosa di fastidioso: naso che cola, mal di gola, poche linee di febbre che non consentono di vivere normalmente. Ma accanto ai medicinali ci sono anche diversi rimedi naturali che aiutano a combattere il raffreddore.

Lo zenzero è nemico del raffreddore

Forse non tutti lo sanno, ma lo zenzero che nella nostra cucina è ancora poco utilizzato, è un rimedio naturale potente soprattutto per il naso chiuso perché lo libera. Con lo zenzero si può preparare ad esempio un tisana che riduce l’infiammazione delle mucose e libera le cavità nasali.

Bastano 1 litro d’acqua da far bollire, 6 cucchiai di zenzero fresco grattugiato, qualche goccia di succo di limone 1 pizzico di cannella. Si mescola tutto e se ne beve una tazza almeno tre volte al giorno. Con lo zenzero però si può preparare anche uno sciroppo contro il raffreddore: basta bollire a fuoco lento per circa 30’ due cucchiaini di zenzero fresco e tagliato a pezzettini in una tazza di acqua. Poi si aggiungono 120 grammi di zucchero o miele e si cuoce fino a si addensa e diventa uno sciroppo. Ne bastano due cucchiaio al giorno per stare meglio.

Raffreddore rimedi naturali, il limone aiuta

Anche il limone è molto utile come rimedio naturale per il raffreddore. Si può preparare un infuso a base di succo di limone, due cucchiaini di zenzero e un cucchiaio di miele in acqua tiepida. Servirà a decongestionare le mucose del naso e della gola, per poter respirare meglio.

Ma con uno spicchio d’aglio tritato, il succo di un limone, acqua calda e un cucchiaino di miele si prepara anche una tisana sa bere 2 o 3 volte al giorno.
Soprattutto per il benessere della gola, ecco anche la ricetta di uno sciroppo con cui fare gargarismi: servono 4 cucchiai di salvia essiccata (oppure 8 cucchiai di salvia fresca), una tazza d’acqua, una tazza di aceto di mele. Portata l’acqua ad ebollizione si versa la salvia e si prepara un infuso. Quando si raffredda, aggiungere l’aceto di mele e poi conservare in un barattolo chiuso in frigorifero. Si conserva anche una settimana e sono sufficienti due o tre gargarismi al giorno.