Puntura di riccio di mare: rimedi naturali per curarla

Puntura di riccio di mare

Puntura di riccio di mare, può capitare, soprattutto se camminate scalzi fra gli scogli che becchiate in pieno uno di questi simpatici animaletti, meno simpatica è la puntura.

La sensazione dolorosa è terribile soprattutto perché gli aculei rimangono infilati nel piede. Il riccio di mare è velenoso e gli aculei vanno sempre estratti per quanto siano profondi. Per l’estrazione degli aculei utilizzate un ago sterilizzato, vanno benissimo gli aghi delle siringhe.

Cosa fare in caso di puntura di riccio di mare?

Puntura di riccio di mare: rimedi naturali per curarla

  1. Mantenere la calma ed uscire dall’acqua facendosi aiutare. Agitarsi non serve a nulla e facilita la circolazione nel sangue delle tossine. In oltre agitandovi potreste schiacciare ulteriormente gli aculei e quindi farli andare più in profondità.

    Loading...
  2. Disinfettare la zona interessata con l’acqua ossigenata o con l’acqua di mare. Non utilizzate ammoniaca o pipi, andreste solo ad irritare maggiormente la parte offesa.

  3. Tenere il piede immerso in acqua calda per almeno mezz’ora, aggiungere sale di Epsom o aceto per favorire la fuoriuscita delle spine

  4. Con una pinzetta ben pulita (passatela su una fiamma) estrarre gli aculei lentamente e con attenzione per non spezzarli. Potete anche utilizzare l’ago di una siringa

  5. Se le spine sono in profondità si può provare a rimuovere con della cera calda (non bollente!), va fatta colare sugli aculei e poi rimossa

  6. Vanno rimosse anche le pedicellarie ovvero gli organi prensili usati dai ricci di mare situati fra le spine, anch’esse son velenose, basta spalmare un po di schiuma da barba e passare un rasoio con molta delicatezza

  7. Lavate il piede con acqua fresca e acqua ossigenata e tamponatelo, evitate i cerotti o bendaggi che non lascino traspirare la ferita

  8. Nei giorni seguenti controllare che non vi siano tracce d’infezione (arrossamento, pus, gonfiore o calore nell’area colpita)

Se le spine sono in profondità rivolgetevi al medico. In caso il dolore non passa e si manifesta febbre o irritazione cutanea andate ugualmente dal medico. Se si manifestano difficoltà respiratoria, nausea, dolore al petto o segni di infezione (arrossamento e presenza di pus), soprattutto nei bambini, recarsi al pronto soccorso.

Sulla ferita vanno applicate pomate solo se infiammata e dolorosa su consiglio del medico o del farmacista. Anche gli antibiotici vanno presi solo dietro prescrizione medica.

Prevenzione

Per evitare le punture dei ricci di mare, si consiglia l’utilizzo di scarpette di gomma o ciabatte, soprattutto in prossimità degli scogli. Normalmente i ricci di mare vivono proprio tra gli scogli. Si tratta dello stesso metodo preventivo per evitare anche le punture di pesce ragno o tracina.

Loading...