Pesce azzurro: benefici per la salute e proprietà nutrizionali

Pesce Azzurro
Pesce Azzurro

Il pesce azzurro è una specie di acqua dolce che vive nell’Oceano Atlantico. Si sposta in grandi gruppi, emigrando verso Nord durante i mesi estivi. Come si evince dal suo nome, si presenta con un colore azzurro-verde in superficie mentre al di sotto si possono notare incantevoli sprazzi argentei.

Il suo aspetto è quasi minaccioso; con una grande mascella sporgente, denti affilati e una coda biforcuta. È un forte nuotatore e un predatore vorace. Le sue prede preferite sono gli sgombri e altri piccoli pesci che si muovono in banchi di cui ne segue la migrazione.

Indice articolo

Loading...

Pesce azzurro proprietà nutrizionali

Come il tonno e il salmone, anche il nostro protagonista è un pesce grasso. Ciò significa che è ricco di vitamine (A, B e D), iodio e potassio. Questo lo rende una eccellente fonte di nutrimento con conseguenti benefici per l’intero organismo.

Grazie al suo alto contenuto di acidi grassi omega, il pesce azzurro può contribuire a prevenire malattie cardiovascolari, perché in grado di controllare i livelli di colesterolo nel sangue. È perciò importante includere questo tipo di pesce circa due volte a settimana, per mantenere sano il sistema circolatorio.

Pesce azzurro benefici

I pesci azzurri sono ricchi di acidi grassi sani (Omega 3 e 6). Cosa vuol dire? Hanno la funzione di proteggere l’apparato cardiovascolare e di impedire ad altre tipologie di grasso di accumularsi nelle arterie, abbassando così i livelli di colesterolo cattivo. Il pesce azzurro è inoltre un’ottima fonte di proteine.

Contiene sostanze nutritive fondamentali per lo sviluppo

Gli acidi grassi omega-3 sono molto importanti per la crescita e lo sviluppo. In particolare, è l’acido docosaesanoico contenuto in essi a essere fondamentale.. Ed è proprio questo il motivo per cui si raccomanda alle donne incinte di assumere abbastanza acidi grassi.

Il pesce azzurro può aumentare la materia grigia nel cervello

Una delle conseguenze dell’invecchiamento è il deterioramento delle funzioni cerebrali correlato all’età, chiamato anche declino cognitivo. È del tutto normale in molti casi, ma alcune malattie neurodegenerative aggravano la situazione. Molti studi hanno dimostrato che chi mangia più pesce ha un declino cognitivo minore e più lento.

Questo potrebbe essere correlato alla materia grigia che è il principale tessuto funzionale nel cervello la quale contiene i neuroni che elaborano le informazioni, immagazzinano i ricordi e ci rendono ciò che siamo. Gli studi hanno infatti dimostrato che mangiare pesce ogni settimana consente di sviluppare più materia grigia nei centri del cervello che regolano le emozioni e la memoria.

Il pesce come fonte alimentare di vitamina D

La vitamina D funziona come un ormone steroideo nel corpo e moltissime persone nel mondo ne sono carenti. Pesce e prodotti ittici sono le migliori fonti alimentari di vitamina D. Il pesce azzurro ne contiene quantità più elevate, circa il 100 per cento dell’apporto raccomandato.

I rischi per la salute

Tra le molteplici proprietà benefiche del pesce azzurro non possiamo evitare di citare anche i rischi. Perché il troppo stroppia e questo vale per tutto, dall’alimentazione all’attività fisica, ecc.

In questo caso il pericolo risiede nella contaminazione da diossina, mercurio e altre sostanze chimiche che tanto bene, invece, non fanno.

Alcuni Paesi raccomandano alle donne in dolce attesa, a chi sta allattando e ai bambini di età inferiore ai 10 anni di non consumare pesce azzurro. Per tutti gli altri, la porzione consigliata è di due volte a settimana.

Come cucinare il pesce azzurro

Per garantire lo sfruttamento di tutte le sue proprietà, il pesce azzurro deve essere cotto leggermente, sia a vapore che in forno. No all’eccesso di salse, olio e panna che aggiungono solo calorie e sottraggono i benefici del pesce grasso.

Come accompagnamento verdure e riso sono un ottimo contorno per creare un pasto salutare, perfetto per chi desidera seguire una dieta sana e prendersi cura della propria salute.

Conclusione

In generale, tutti i tipi di pesce fanno bene. Sono ricchi di molti nutrienti fondamentali per il corpo umano come vitamine, minerali, iodio e proteine di alta qualità. Tuttavia, alcune specie sono meglio di altre e il pesce azzurro è considerato uno dei più sani in assoluto. Questo perché fa parte dei pesci grassi che contengono il più alto numero dei nutrienti a base di grassi. Tra le alternative possiamo trovare il salmone, il tonno e la trota.

Tra i componenti essenziali che il pesce azzurro contiene vi è la vitamina D liposolubile, una sostanza nutritiva che funziona esattamente come un ormone steroideo. Inoltre, è fonte primaria di acidi grassi omega-3, importantissimi per il funzionamento ottimale di corpo e cervello. Questi acidi grassi sono anche fortemente legati a un rischio minore di malattie.

Per concludere, ricordiamo di consumare pesce grasso almeno una o due volte alla settimana, per soddisfare i requisiti raccomandati di omega-3.

E voi avete metodi alternativi per cucinare il pesce azzurro? Conoscevate già le sue fantastiche proprietà? Quanto ne mangiate?

Loading...