Come prendersi cura di se stessi grazie al miele!

miele prendersi cura di se stessi

Il miele è un dolcificante completamente naturale, il cui utilizzo risale a
più di cento anni fa, ma in pochi conoscono come utilizzare le proprietà
curative che le diverse tipologie di miele offrono.

Grazie a questo straordinario alimento prodotto dalla natura è, infatti,
possibile porre rimedio a diversi fastidi che possono sorgere nel corso
della nostra vita.

Numerose sono le proprietà che rendono il miele un alimento consigliato
anche nelle diete e per la salute del nostro organismo in generale.

Prendersi cura di se stessi, il MIELE.

Innanzitutto a dispetto di quanto si possa pensare il miele viene digerito
più facilmente dal nostro organismo e contiene una quantità inferiore di
calorie rispetto allo zucchero classico. La differenza in termini di calorie
non è molto rilevante. Basti pensare che un cucchiaino di miele corrisponde a
30 calorie, mentre un cucchiaino di zucchero a 40 calorie. Tuttavia il miele
ha un sapore più dolce quindi è sufficiente una quantità inferiore per
dolcificare le nostre bevande con conseguente risparmio di calorie.

Oltre a queste caratteristiche che ne incentivano l’utilizzo al posto dello
zucchero ci sono numerose altre proprietà che il miele ha in se davvero
uniche.

E’ infatti possibile utilizzare il miele per la salute del nostro organismo
grazie alle sue proprietà antiallergiche, antinfiammatorie, antibatteriche e
antiossidanti.

Inoltre nel miele troviamo tutte le proprietà presenti nel fiore da cui
viene prelevato dalle api. Il polline contenuto nei fiori, è un alimento
ricco di proteine , rimane nel miele per cui mangiandolo
continuiamo a sfruttare le sostanze in esso contenute.

Tutte le tipologie di miele sono uguali?

Ma non tutte le tipologie di miele hanno le stesse proprietà. In natura è
possibile trovare una vasta gamma di miele con ognuno proprietà che li
rendono più o meno adatti ad essere utilizzati per curare determinati
disturbi dell’organismo.

Vediamo quali sono i principali tipi di miele e come utilizzarli come rimedi
naturali.

Il più famoso e conosciuto è senz’altro il miele d’acacia. Questa tipologia
di miele si caratterizza per la delicatezza del suo sapore. Ma oltre che per il
sapore è possibile utilizzarlo anche in caso di problemi intestinali.
Infatti, è sufficiente mescolarne un cucchiaino in acqua e limone per porre
fine in modo naturale a ogni problema di meteorismo o disturbo dell’apparato
intestinale.

Se invece il vostro problema è la difficoltà a dormire, viene incontro il
miele d’arancio, grazie alle sue proprietà sedative e rilassanti. Per
massimizzarne i benefici si consiglia di aggiungerlo alle bevande tiepide
prima di andare a dormire.

Per combattere i dolori mestruali e gli stati d’ansia, sicuramente il più
adatto è il miele di tiglio grazie alle sue proprietà calmanti e digerenti.

Per riprendersi da uno stato di convalescenza o in caso di allattamento o di
intensa attività sportiva, consigliamo il miele di castagno dal momento che
è ricco di minerali e ferro. Inoltre, questo miele è consigliabile anche
durante gli stati influenzali per abbassare la febbre e per chi soffre di
problemi di circolazione (es. vene varicose, ecc).

Per combattere i malanni tipici della stagione autunnale / invernale come
tosse e raffreddore il più indicato è il miele di eucalipto che grazie ai
numerosi enzimi di cui si compone svolge un’ottima azione antibatterica per
l’organismo.
Qualora, la tosse fosse particolarmente fastidiosa e insiste è possibile
utilizzare il miele di timo che ha un elevato effetto sedativo, aiuta a
pulire i bronchi e a regolarizzare l’intestino.

Facebook Comments
Loading...