Carote: valori nutrizionali, proprietà, usi e rimedi naturali

carote

Parliamo oggi di un ortaggio molto comune, sicuramente presente sulle nostre tavole: la carota. Nome scientifico Daucus carota, appartiene alla famiglia delle Ombrellifere e cresce nelle zone temperate dell’Europa. I primi esemplari erano in realtà viola, e solo in Olanda, nel 1700, furono selezionate le carote arancioni, così come oggi siamo abituati a vederle. Ne esistono in realtà molte altre varietà: rosse, gialle, nere, bianche. E tutte hanno una caratteristica in comune: fanno davvero bene al nostro organismo!

Valori nutrizionali della carota

caroteVediamo quali sono innanzitutto i valori nutrizionali della carota (100 gr.):

  • calorie: 41 Kcal
  • carboidrati: 9,5 gr
  • zuccheri: 4,7 gr
  • proteine: 0,9 gr
  • grassi: 0,2 gr
  • fibre: 2,8 gr

Sono davvero molte le sostanze contenute nelle carote arancioni, ed ognuna di queste apporta grandi benefici al nostro corpo. Ad esempio, questo ortaggio è ricco di minerali quali potassio, sodio, fosforo, calcio, magnesio e ferro. Inoltre la carota è un’ottima fonte di vitamine, in particolar modo di vitamina A, B2, B6, C, D ed E.

Proprietà e benefici della carota

Ma esattamente a cosa fa bene le carote? Beh, sono davvero tanti i benefici che possiamo avere da un consumo abituale di questo ortaggio, vediamo quindi quali sono le proprietà più interessanti.

  • Favorisce la digestione

Grazie alle loro proprietà cicatrizzanti e antisettiche, le carote proteggono la mucosa dello stomaco e aiutano la digestione. Hanno anche un ottimo potere antiacido, diminuendo così i fastidi dovuti al reflusso e migliorando le infiammazioni causate dalla gastrite. Infine alcuni recenti studi hanno dimostrato che sono in grado di rimarginare le ferite ulcerose, problema comune in chi soffre di ulcera.

  • Aiuta il benessere intestinale

Questo ortaggio è essenziale per l’equilibrio del nostro intestino. Protegge la flora intestinale ed è molto utile in caso di infezioni, o dopo una lunga assunzione di antibiotici. Le carote contengono inoltre molte fibre, dall’azione più potente di quelle presenti in molti altri alimenti. Per questo motivo sono indicate sia in caso di dissenteria – poiché assorbono l’acqua in eccesso – sia in caso di stitichezza – perché aumentano il volume delle feci. Infine queste fibre, in collaborazione con gli antiossidanti, svolgono un’azione preventiva contro il cancro al colon-retto.

  • Purifica fegato e reni

Il loro enorme contenuto di vitamine e minerali le rendono un alimento adatto a tonificare e depurare il fegato, aiutando inoltre la sua rigenerazione cellulare. Per questo motivo le carote sono consigliate nella dieta di persone che soffrono di coliche, congestione epatica, indigestione, cirrosi ed epatite. Inoltre hanno la capacità di stimolare la diuresi e, aumentando la produzione di urina, collaborano all’eliminazione delle scorie dai reni.

  • Protegge il sistema cardiocircolatorio

È il suo contenuto di antiossidanti e antinfiammatori a rendere la carota un cibo ottimo nella protezione del cuore e dell’intero sistema cardiocircolatorio. Tra i benefici che apportano, vanno citati la prevenzione dell’arteriosclerosi e dell’invecchiamento, l’innalzamento dei livelli di emoglobina e la riduzione dei livelli di colesterolo nel sangue.

  • Previene il tumore al polmone

Anche l’apparato respiratorio può trarre grandi benefici da un attento consumo di carote. Prevengono infatti le infezioni più comuni e aiutano a proteggerci dall’inquinamento. Inoltre è consigliata la loro introduzione nella dieta di persone fumatrici, perché sembrano essere in grado di prevenire lo svilupparsi del tumore ai polmoni.

  • Aiuta a perdere peso

Tante carote anche per chi decide di mettersi a dieta! Grazie al loro scarso contenuto calorico e, al contrario, all’elevata presenza di fibre, ci fanno sentire sazi senza bisogno di mangiare in abbondanza.

  • Migliora i problemi di vista

Spesso i problemi di vista hanno origine da una carenza alimentare, in particolare di vitamina A. In questo caso è possibile proteggere i propri occhi dall’insorgenza di questi disturbi e migliorarne i sintomi consumando carote, ricche inoltre di betacarotene. Alcune ricerche hanno ipotizzato anche un loro effetto preventivo nei confronti della degenerazione maculare, una grave patologia che affligge la retina.

  • Previene e cura gli inestetismi della pelle

In questo ambito, le carote sono capaci di veri e propri miracoli. La vitamina A in esse contenuta è un toccasana per tutti quei piccoli problemi che riguardano la pelle. Ad esempio ha proprietà lenitive e idratanti, quindi è consigliata per chi soffre di secchezza della cute. Il betacarotene invece è una sostanza in grado di favorire la riparazione dei tessuti: per questo motivo è utilizzata per combattere l’acne e per rendere la pelle più elastica e giovane. Ottime anche per curare gli eritemi solari e le allergie dermatologiche.

  • Protegge la pelle dai raggi UV

Un accenno a parte merita la capacità di questo ortaggio di proteggere la pelle dai raggi solari dannosi. Alfacarotene e betacarotene sono due sostanze fotoprotettive, in grado cioè di difendere i tessuti dall’esposizione nociva ai raggi UV del sole. Al contrario di quello che si crede, invece, le carote non hanno benefici sull’abbronzatura.

  • Favorisce la secrezione del latte materno e il flusso mestruale

Nelle puerpere, il consumo di carote aiuta a sviluppare le ghiandole mammarie e a stimolare la produzione di latte materno. Inoltre è in grado di stimolare il flusso mestruale, nel caso in cui questo fosse scarso.

Come consumare le carote?

  • Scegliere le carote

Innanzitutto è bene capire in base a quali criteri scegliere le carote al supermercato. È meglio acquistare quelle dritte e senza particolari macchie sulla buccia, possibilmente dure e dalla superficie liscia. Importante anche il colore: se brillante, è sicuramente meglio. Se possibile, scegliete quelle con le foglie, oppure verificate che l’attaccatura in alto non sia secca.

  • Conservare le carote

Una volta arrivati a casa, è importante sapere come conservare al meglio questi ortaggi per evitare di vederli marcire prima del tempo o perdere le loro proprietà. L’ideale sarebbe avvolgerle in un sacchetto di carta e tenerle al fresco e al riparo dalla luce del sole. Si conservano generalmente per 1/2 settimane al massimo.

  • Rimedi naturali con le carote

    carote

E infine vediamo come mangiare questo gustosissimo ortaggio. La cottura fa perdere una gran parte delle sostanze nutritive che contiene, anche se in determinati casi si rivela particolarmente consigliato. Ad esempio, un passato di carote bollite è ideale se si soffre di dissenteria. Via libera invece all’uso a crudo: si possono addentare le carote come snack oppure tagliarle a rondelle o alla julienne e condirle in insalata. In questo modo si prestano particolarmente nel curare la stitichezza.

Un decotto di carote fresche apporta molti benefici all’organismo: favorisce la diuresi, migliora la digestione, regolarizza l’intestino e aiuta in caso di problemi di gastrite. Infine da non perdere il centrifugato. In questo modo, in un solo colpo, si va a rinforzare la vista, depurare i reni e il fegato, prevenire problemi alla pelle e ridurre acidità e bruciori di stomaco.

Facebook Comments
Loading...