Candidosi orale: Sintomi, Cause e Rimedi Naturali

Candidosi orale

Candidosi orale o Candida Albicans

La candidosi orale è un’infezione che può attaccare anche la mucosa della bocca e il cavo orale. Chiamata comunemente candidosi, il suo nome è Candida Albicans.

In caso di infezione è comunque sempre indicato consultare un medico, uno specialista che potrà fornirvi una diagnosi corretta e valutare la terapia più opportuna.

La si contrae più spesso quando è presente un’abbassamento delle difese immunitarie o dopo un trattamento con antibiotici. Nei pazienti affetti da Hiv la candidosi o altre malattie fungine o micotiche possono attaccare più facilmente, ma anche per chi soffre di diabete, con alti livelli di zucchero nel sangue.

Chi utilizza protesi dentarie deve prestare la massima attenzione, l’igiene della dentiera e della bocca sono molto importanti per prevenire la candidosi orale.

Quali sono i sintomi della candidosi orale?

Sono molti i sintomi e nei casi più sfortunati possono addirittura presentarsi tutti insieme. Quindi la candidosi si presenta con la comparsa di placche biancastre in gola e bocca, a volte accompagnate da un forte dolore.

Le mucose si presentano arrossate e si ha la sensazione sgradevole di avere in bocca uno strano sapore. Possono comparire piccoli taglietti o screpolature sulle labbra e la deglutizione diventa difficoltosa e fastidiosa.

Questi sintomi sono però simili a tante altre patologie legate al cavo orale, per questo abbiamo consigliato la visita da uno specialista, proprio al fine di ricevere una diagnosi corretta.

Candidosi orale e i Rimedi Naturali

Sicuramente il vostro specialista vi prescriverà una cura con farmaci tradizionali ai quali potrete abbinare certamente tutti i rimedi naturali che desideriate. I diversi elementi elencati qui sotto, contribuiranno ad abbreviare i tempi di recupero ma soprattutto a lenire il dolore ed il fastidio.

Tea Tree Oil ed estratto di pompelmo

Il Tea Tree Oil  è un’antimicotico eccezionale, estratto dalle foglie dell’albero del the. La miscela di questi elementi antimicotici e antibatterici è da utilizzare per gargarismi e risciacqui.

Preparate la soluzione utilizzando un estratto di pompelmo ove dovrete disciogliere 5 goccie di Tea Tree Oil, in mancanza dell’estratto di pompelmo, potrete utilizzare anche un poco di acqua. Effettuate quindi dei lavaggi della lingua, delle gengive e del cavo orale. Trattenete per qualche minuto la miscela in bocca e poi risciacquate il tutto, il sapore è lievemente sgradevole, se vi riesce difficile trattenere il tutto potete aggiungere qualche goccia di limone.

Mirra

La mirra è una resina dalle proprietà cicatrizzanti e vanta proprietà antimicotiche. Infatti è anche indicata per afte, stomatiti, mal di gola, gengiviti, piorree oltre che per la candidosi orale. La si trova comunemente in erboristeria, disponibile in collutori già pronti all’uso.

La Mirra non ha alcuna controindicazione e può essere utilizzata tutte le volte che lo riteniate opportuno durante la giornata. Oltre al collutorio già pronto, è disponibile come olio essenziale, in questo caso dovrete disciogliere 5 gocce in mezzo bicchiere di acqua. Ricordatevi di non deglutirlo, gli oli essenziali potrebbero essere irritanti.

Probiotici

I probiotici aiutano a rafforzare le difese immunitarie, apportando nutrimento alla flora batterica intestinale.

Ne esistono di diversi tipi, i probiotici freschi devono essere conservati in frigo. I probiotici in spore, hanno la garanzia di arrivare vivi nell’intestino, avendo di conseguenza un’azione più immediata ed efficace. Probiotici tipo Bacillus Coagulans che sono arricchiti di prebiotici, i frutto-oligasaccaridi che sviluppano oltre 10 miliardi di batteri amici che ci aiutano nel contrastare malatie e infezioni.

Sale e Aceto

Un preparato ”della nonna” è la miscela Sale e Aceto, brucia un po ma è molto disinfettante. Basta sciogliere un cucchiaio di sale in un bicchiere di aceto. Anche questo è un rimedio cicatrizzante e disinfettante, ma privo di capacita antimicotiche, antifungine. Questa miscela può essere alternata agli oli essenziali.