Aritmia, quando il battito cardiaco è irregolare: come prevenirla e combatterla con rimedi naturali

aritmia

Con il cuore non si scherza: quando si avverte qualcosa di strano nel battito cardiaco, è facile cadere in preda al panico. La maggior parte delle volte si tratta solo di una situazione passeggera, che non deve destare allarme, ma è comunque meglio non sottovalutare le variazioni nel proprio battito cardiaco. Infatti ci sono problemi che devono essere tenuti sotto controllo, quali ad esempio la tachicardia e la bradicardia.

Cos’è l’aritmia e quali sono le cause

Con aritmia si intende qualsiasi tipo di alterazione del battito cardiaco, che sia essa fisiologica o patologica. La maggior parte delle volte, quando si sente che il cuore accelera o che perde un battito, si tratta di un disturbo passeggero per il quale non è necessario prendere alcun provvedimento. Talvolta però le aritmie possono essere particolarmente gravi, e addirittura sfociare in breve tempo nella morte. Per questo motivo è necessario tenere attentamente sotto controllo ogni variazione del battito cardiaco, e parlare con uno specialista nel caso si abbia qualche dubbio sul proprio stato di salute.

Tachicardia

Tra le anomalie più frequenti del battito cardiaco c’è la tachicardia, contraddistinta dalla sensazione del cuore che accelera o di una palpitazione. Spesso si tratta di una situazione temporanea, dovuta ad esempio da un’emozione intensa o all’abuso di sostanze eccitanti. Possono però esistere delle patologie sottostanti, quali l’ipertiroidismo. Se riscontrate episodi frequenti di tachicardia, e ritenete che siano ingiustificati, potete tranquillamente parlarne con il vostro medico per verificare che sia tutto a posto.

Extrasistole

L’extrasistole è invece un’alterazione non del ritmo, bensì della sede d’origine dell’impulso del battito cardiaco. Anche queste aritmie sono molto frequenti, e in una persona in salute non sono indicative di una patologia particolare. Spesso compaiono per lo stress o l’affaticamento dopo uno sforzo fisico particolare, oppure per abuso di sostanze eccitanti quali caffè e the.

Rimedi naturali per le aritmie benigne

Una volta appurato che il problema non nasconda qualche patologia sottostante – da tenere in seria considerazione – si può cercare di attenuare il disagio con alcuni rimedi naturali. In particolar modo, fare attenzione allo stile di vita riduce eventuali disturbi del cuore. Scopriamo insieme come prevenire e combattere le alterazioni del battito cardiaco.

1- Sane abitudini

Innanzitutto bisogna partire da qualche consiglio di base: come dice un vecchio proverbio, prevenire è meglio che curare. Questi trucchetti andrebbero attuati nella vita di tutti i giorni, senza aspettare che compaiano i primi sintomi. A maggior ragione, è fondamentale adeguarsi ad uno stile di vita sano se si hanno problemi di aritmia.

  • Dieta: puntare su frutta e verdura aiuta l’intero organismo a stare meglio, e non solo il nostro cuore. Puntate in particolare su lattuga, cipolla e aglio, nonché su frutta dolce come le pesche. A tavola inoltre non devono mancare pane, pasta e cereali, ma anche latte e formaggi freschi. Importanti sono i cibi che contengono triptofano, un amminoacido che stimola la sintesi della serotonina. Quest’ultima favorisce un senso di benessere generale e induce il rilassamento del corpo. Sono invece da evitare, o quantomeno diminuire drasticamente, il consumo di cioccolato, caffè e the, che sono dei potenti eccitanti grazie al loro contenuto di caffeina.
  • Esercizio fisico: una moderata attività fisica è sempre salutare, in particolar modo per il cuore. In questo modo si regolarizza il battito cardiaco e si possono prevenire alcune aritmie. Ovviamente uno sforzo fisico esagerato potrebbe provocare l’effetto opposto, quindi la parola chiave è sempre moderazione.
  • Evitare l’ansia: il relax è fondamentale per avere un cuore in perfette condizioni, quindi è necessario mettere da parte tutte le ansie e le preoccupazioni. Sono ottimi gli esercizi di rilassamento, lo yoga e la meditazione, per liberare la mente dai problemi della vita quotidiana.

2- Tisane

Bere qualcosa di caldo, soprattutto in questo periodo invernale, non può che farci sentire subito meglio. Anche il nostro cuore ne trae giovamento, soprattutto dallo stato di rilassatezza che una bevanda calda ci regala. Ma quali sono le erbe migliori per l’occasione?

  • Passiflora: nota per essere un ottimo sedativo e ansiolitico, contribuisce a ridurre il rischio di problemi cardiaci e favorisce il sonno.
  • Tiglio: oltre ad essere calmante, possiede anche delle notevoli capacità diuretiche e combatte l’insonnia.
  • Malva: è conosciuta soprattutto per le sue proprietà emollienti e antinfiammatorie, tanto da essere utilizzata per la tosse e per aiutare la regolarità intestinale. In questo caso favorisce il rilassamento dell’intero organismo.
  • Valeriana: ricca di flavonoidi e alcaloidi, questa pianta è una vera e propria manna contro tutti i disturbi d’ansia e del sonno.
Facebook Comments
Loading...