Arginina: benefici e controindicazioni

Amminoacido indispensabile all’organismo per il mantenimento di numerose funzioni metaboliche, l’arginina è divenuta da diversi anni un integratore molto utilizzato sia in ambito sportivo che clinico.

L’arginina fa parte della categoria degli aminoacidi, sostanze chimiche fondamentali per il nostro organismo in quanto vanno a formare le proteine, partecipano alla sintesi proteica e del glucosio, ed aiutano la sintesi di altri aminoacidi.

Si tratta di un aminoacido essenziale durante la crescita, dopodiché, approssimativamente dai 14-15 anni di età, l’organismo è in grado di sintetizzarlo da sé in quantità sufficienti per coprire il fabbisogno quotidiano, grazie al lavoro dei reni e del fegato.

Per garantire un buon apporto di arginina è fondamentale seguire un’alimentazione corretta, che includa:

  • frutta secca, tra cui noci, semi di zucca, mandorle, pinoli, pistacchi, chia, semi di girasole, ghiande, castagne ed arachidi;
  • legumi, specialmente lupini, fave, fagioli, lenticchie, piselli e ceci;
  • carne di maiale, vitello, manzo ed agnello;
  • pesce (stoccafisso, gamberi, polpo, vongole, tonno, acciughe, e storione);
  • uova.

Integratori di arginina

Può essere utile assumere integratori di arginina qualora il fabbisogno di questo aminoacido non venga soddisfatto appieno con l’alimentazione o in caso di aumentata necessità da parte dell’organismo, per esempio, se si pratica attività sportiva in maniera intensa o per esigenze cliniche, come traumi chirurgici, ipertensione, gravi ustioni, disturbi della fertilità maschile e patologie cardiologiche.

L’arginina è molto apprezzata da coloro che praticano sport ad alti livelli e da chi svolge un’attività lavorativa fisicamente impegnativa poiché, oltre all’effetto immunostimolante ed antiossidante, ha un ruolo fondamentale nella detossificazione dei residui azotati che si producono con sforzi muscolari particolarmente intensi e prolungati. L’arginina, infatti, aiuta l’organismo a smaltire l’ammoniaca che si viene a creare dopo uno sforzo muscolare e può essere utilizzata per produrre energia una volta esaurite le scorte di glucosio.

L’arginina ha anche una funzione vasodilatatoria ed è in grado di stimolare la produzione di acido nitrico. Per questa sua proprietà, l’arginina è utilizzata come sostituto del Viagra per favorire una corretta funzionalità dell’organo sessuale maschile, regolarizzando l’afflusso di sangue nei corpi cavernosi.

Arginina: controindicazioni

Gli alimenti ricchi di arginina andrebbero evitati se si soffre di herpes. Gli integratori di arginina sono sconsigliati in caso di insufficienza renale o epatica, durante la gravidanza e l’allattamento e se si assumono medicinali.

Facebook Comments
Loading...