Allergie stagionali, consigli e rimedi naturali per combatterle

allergia

Chi soffre di allergia, in particolar modo alla polvere o al polline, sa come sia difficile attraversare indenni la primavera. È infatti in questa stagione che, per una concomitanza di motivi, si scatenano tutti i sintomi connessi a questa patologia, tra cui ad esempio l’asma o la rinite allergica. Purtroppo le nuove generazioni sono più colpite dalle allergie, ovvero delle risposte esagerate del nostro sistema immunitario a determinate sostanze (gli allergeni).

Sono molte le possibili cause che collaborano allo svilupparsi delle allergie, spesso correlate al nostro stile di vita. Ad esempio, è stato ipotizzato che lo smog e più in generale l’inquinamento siano un fattore scatenante. L’eccessiva igiene e il fatto di entrare poco in contatto con determinate sostanze (pensate ad esempio a chi non ha mai visto la campagna!) sono fattori predisponenti all’insorgere di un’allergia. Inoltre si è studiato come i neonati non allattati al seno fossero più soggetti a questo problema, perché con il latte materno vengono trasferiti anche gli anticorpi della mamma.

Indice articolo

Loading...

Consigli e trucchi per alleviare i sintomi dell’allergia

Se hai difficoltà respiratorie, il naso gocciola in continuazione e soffri di lacrimazione eccessiva, è probabile che tu sia sensibile a qualche allergene. È importante scoprire quali siano le sostanze a cui sei allergico, motivo per cui bisogna parlarne con il proprio medico. Nel frattempo, è possibile arginare alcuni dei sintomi tanto fastidiosi, mettendo in atto qualche semplice trucchetto. Vediamo insieme quali sono i consigli da seguire per alleviare i disturbi respiratori.

  • Cambiare aria in casa

Favorire il ricircolo dell’aria è fondamentale per tutti coloro che soffrono di allergia. È infatti il modo migliore per liberarsi degli allergeni presenti nelle nostre stanze e far entrare aria pulita dall’esterno. Ovviamente si deve seguire qualche piccolo accorgimento per ottenere il massimo risultato. Se sei allergico al polline, è meglio tenere aperte le finestre durante la tarda mattinata o durante le prime ore del pomeriggio. In questo momento sono infatti presenti meno pollini; al contrario la mattina presto e nelle prime ore della sera la concentrazione di polline è molto più alta. Se invece sei allergico agli acari della polvere, approfitta delle pulizie di casa per tenere aperte le finestre e far arieggiare le stanze in cui si annidano.

  • Non usare la scopa

Piccola regola d’oro: la scopa non fa altro che sollevare la polvere, la quale poi si deposita nuovamente a terra dopo qualche minuto. In questo modo, non si risolve il problema dell’allergia. Molto meglio utilizzare l’aspirapolvere (perfetta poi se dispone di filtro HEPA), che raccoglie la polvere all’interno del sacco o del bidone. Altrimenti, passa un panno umido che impedisce alla polvere di spostarsi da una parte all’altra della stanza.

  • Proteggiti dal sole

Le giornate secche e calde mostrano una maggior concentrazione di polline nell’aria. Se, inoltre, c’è il vento, il disastro è assicurato. È quindi in queste occasioni che devi proteggerti, magari evitando di stare troppo tempo all’aria aperta se soffri di allergia al polline.

Rimedi naturali per i disturbi respiratori causati dall’allergia

Ora invece vediamo come risolvere questi fastidiosissimi sintomi facendo uso di quello che la natura ci ha messo a disposizione.

  • Foglie di eucalipto

L’eucalipto è un decongestionante d’eccellenza, quindi può tornare molto utile se il tuo naso è sempre chiuso a causa dell’allergia. Grazie alle loro proprietà antinfiammatorie e mucolitiche, le foglie d’eucalipto si prestano per fare i suffumigi. Basta mettere a bollire alcune foglie secche in un litro d’acqua, quindi respirare bene i vapori esalati dalla sostanza posta in una bacinella, coprendosi la testa con un asciugamano per aumentarne i benefici.

  • Acqua e sale

Se il problema è invece il continuo gocciolio del naso, la soluzione potrebbe essere più semplice di quanto si possa pensare. Acqua e sale: ingredienti economici e presenti in tutte le case. Effettua un paio di volte al giorno dei lavaggi nasali con una soluzione composta da acqua salata tiepida. Basta sciogliere un pizzico di sale in una tazza d’acqua calda e lasciarla stiepidire. In questo modo si ripuliscono le mucose delle narici dal polline o dalle altre sostanze irritanti.

  • Semi di lino

Infine, una soluzione anche per chi soffre di lacrimazione abbondante e bruciore agli occhi. In questo caso vengono in nostro aiuto i semi di lino: sciogline un cucchiaio in mezzo litro d’acqua e fai bollire il composto. Una volta che il liquido si è intiepidito, immergi un dischetto di cotone e appoggialo sugli occhi chiusi per almeno 10 minuti. Proverai un immediato sollievo!

Loading...