Alimentazione consigliata per favorire il concepimento

Uno stile di vita sano è un fattore imprescindibile quando si decide di avere un bambino. Una regolare attività fisica, un’alimentazione corretta ed equilibrata e la messa al bando di sostanze che potrebbero interferire con la fertilità, come fumo ed alcool, consentono non solo si ridurre le probabilità di problemi in gravidanza ma di aumentare sensibilmente le probabilità di concepimento.

Tutto ciò che ingeriamo può influire sulla fertilità. Seguire una dieta pre-concepimento significa introdurre tutte le sostanze nutritive per necessarie per il concepimento ed una gravidanza salutare, eliminando le sostanze potrebbero interferire con la fertilità, come, fumo, alcool, sostanze stupefacenti, mercurio, piombo, pesticidi e diserbanti.

Alcuni alimenti favoriscono l’ovulazione ed il concepimento, garantiscono un buon processo ormonale, aiutano l’annidamento dell’embrione ed il proseguimento della gravidanza. Una dieta sana ed equilibrata è indicata anche per i futuri papà, per ottimizzare la qualità degli spermatozoi chiamati a fecondare la cellula uovo.

Loading...

Dieta per favorire il concepimento

Si consiglia, innanzitutto, di prediligere i prodotti biologici, accertandovi che siano realmente tali. Oggigiorno, infatti, è sempre più difficile assumere le sostanze nutritive essenziali a causa degli alimenti sempre più impregnati di sostanze nocive, come i pesticidi.

Fate in modo che la vostra alimentazione contenga una giusta quantità di carboidrati, grassi, proteine, fibre ed acqua, rigorosamente priva di sostanze inquinanti.

Presente nella carne, nel pesce, nel tuorlo d’uovo, nelle noci, nei legumi, nel latte e nei frutti di mare, specialmente nelle ostriche, lo zinco è un minerale fondamentale per il successo dell’attività riproduttiva. Una carenza di zinco può, infatti, determinare una cattiva qualità del seme riproduttivo. Molti integratori che vengono prescritti in caso di problemi di fecondità sono proprio a base di zinco. Il fabbisogno medio giornaliero consigliato è di 7 mg per la donna e 10 mg per l’uomo

Gli acidi grassi monosaturi, presenti nell’olio extra vergine di oliva, contrastano l’azione dei grassi idrogenati, favorendo l’attività riproduttiva.

Sì anche ai carboidrati a basso indice glicemico, come pasta, pane e riso integrali.

Abbondate con gli alimenti ricchi di vitamine del gruppo B9, ossia fegato, arance, broccoli, spinaci, fagioli e barbabietole, e di vitamina B6, ossia pesce, pollame, cereali integrali, lenticchie, germe di grano, banane, frutta secca, semi di girasole e castagne. Le vitamine giocano un ruolo fondamentale nel buon proseguimento della gravidanza fin dai primi mesi.

Loading...